Peli superflui: addio per sempre con la luce pulsata!

 

Per farla finita una volta per tutte con creme e rasoi oggi ci sono nuovi (e indolori!) metodi:

 

LA LUCE PULSATA

Questa metodologia è molto simile alla tecnica laser, infatti il suo scopo è eliminare i bulbi piliferi con l’aiuto della luce pulsata ad alta intensità, che va a colpire selettivamente il fusto dei peli.

Questo metodo è leggermente più economico e anche più delicato, perciò adatto a chi ha la pelle sensibile, ma per lo stesso motivo è meno potente.

Una nuova tecnologia è la luce pulsata variabile (VPL) in cui ciascun fascio di luce è in realtà composto da una rapida sequenza di microimpulsi intervallati da fasi di riposo.

Alcuni giorni dopo il trattamento, il pelo cade.

In poche sedute, si ottiene una riduzione della crescita fino all’80%.

Il fatto che la luce pulsata sia variabile permette di raggiungere i follicoli a diverse profondità in un’unica emissione, riducendo i tempi del trattamento.

Inoltre permette di trattare anche i peli chiari così come le epidermidi scure, proprio perché è possibile regolare la lunghezza d’onda. Questa è la differenza principale.

Anche in questo caso, controllate le credenziali del centro a cui vi affidate.

 

(fonte: www.piusanipiubelli.it)