Luce Pulsata – Vantaggi e svantaggi

LA LUCE PULSATA PERMETTE DI TRATTARE

La luce pulsata permette di trattare in modo efficace e poco invasivo una vasta gamma di lesioni:

  • Cancellare tatuaggi

  • Couperose e rosacea

  • Macchie solari e macchie della pelle, iperpigmentazioni, lesioni pigmentate

  • Ringiovanimento cutaneo


VANTAGGI DELLA LUCE PULSATA

  • La grande dimensione del manipolo permette di fare la depilazione luce pulsata definitiva velocemente e di  ampie superfici cutanee. 

  • La conseguente riduzione dei tempi, ha permesso di ridurre  notevolmente i costi della depilazione con luce pulsata

  • Tutte le zone del corpo possono essere trattate con il trattamento della depilazione definitiva, i risultati sono molto più veloci quanto maggiore è il contrasto tra pelle chiara e pelo scuro.


EFFETTI COLLATERALI E CONTROINDICAZIONI

Le controindicazioni sono pressoché nulle, anche se è necessario avere una preparazione professionale specifica ed un’adeguata attrezzatura.

I risultati, i costi e l’assenza di effetti collaterali della tecnica in breve tempo sostituirà l’uso delle fastidiose cerette, con grande beneficio di donne e uomini.


IL PROBLEMA DEI PELI INCARNITI

Il problema dei peli incarniti è un problema molto sentito perchè è fastidioso e inestetico. Il pelo incarnito si forma a secondo del metodo di depilazione o perchè indebolendosi non riesce più a spingersi fuori oppure se uno si depila con la lametta puo crescere sottopelle . 

Per risolvere il problema dei  peli incarniti e per prevenirli bisogna mantenere la zona trattata da depilazione, idratata e pulita da impurità.

Si possono usare peeling  esfolianti ad effetto meccanico quindi con microsfere per creare abrasione e quindi asportare le impurità oppure con peeling tramite principi attivi che sfruttano acido lattico, acido salicilico ecc. che esfogliano disgregando le impurità in modo molto efficace anche nei casi più difficile senza però creare irritazioni .

10 Trattamenti Low Cost di Medicina Estetica

dermoabrasione-medicina-estetica10 Trattamenti low cost di Medicina Estetica

Non tutti gli interventi di medicina estetica sono proibitivi.

E non per questo sono di scarsa qualità.

A patto di mettersi in mani esperte.

Ecco i dieci trattamenti più innovativi selezionati con la collaborazione di Alfredo Borriello, direttore dell’Unità Operativa di Chirurgia Plastica dell’ospedale Pellegrini di Napoli

 

 

 

1 – CARBOSSITERAPIA

È un trattamento che sfrutta leproprietà dell’anidride carbonica. La Co2 infatti migliorando l’ossigenazione dei tessuti e la microcircolazione, ha un effetto drenante sulle gambe.

Per contrastare gli inestetismi della cellulite si interviene conmicroiniezioni sottocutanee, nei punti in cui l’effetto buccia d’arancia è più evidente.

Costo: 120-150 euro a seduta (un ciclo completo è composto in media da 7-10 sedute).

 

2 – RADIOFREQUENZA

Il trattamento regala al viso un effetto lifting, attraverso il caloreche non viene avvertito a livello superficiale, ma solo nello strato più profondo della pelle. L’effetto termico prodotto dalla radiofrequenza (raggiunge i 40°) migliora il tono della cute.

Costo: 120-150 euro a seduta (un ciclo completo è composto da 10 applicazioni da fare ogni 7 giorni).

 

3 – SMOOTH SHAPE

Una macchina di ultima generazione permette di sciogliere gli accumuli di grasso sulle cosce, attraverso il calore. Il merito è di una tecnologia innovativa che utilizza due differenti tipi di laser abbinati a un massaggio connettivale (che attiva cioè la circolazione). Poi, il grasso in esubero viene aspirato.

Costo: 150 euro (in media per ottenere l’effetto desiderato servono dalle 4 alle 5 sedute).

 

4 – BIORIVITALIZZAZIONE

Obiettivo: dare nuova vita alla pelle. Attraverso microiniezioni di cocktail di farmaci, a base di sostanze con effetto idratante, rivitalizzante, antiaging.

Il farmaco non agisce solo sulle rughe, ma su tutto il viso. A fine ciclo la pelle diventa più luminosa e compatta.

Costo: 150 euro a seduta (per 6/8 applicazioni l’anno)

 

5 – LASER CO2 FRAZIONATO

L’esfoliazione dello stato superficiale della pelle viene fatta utilizzando un laser che agisce in modo meno invasivo rispetto all’acido utilizzato in altri trattamenti.

Si eliminano così rughe e lesioni provocate dall’acne.

Costo: da 400 a 2.000 euro, in caso di full face (ci vogliono almeno 2/3 sedute).

 

6 – FATTORI DI CRESCITA PIASTRINICI

Per ridare vitalità alla pelle del visosi utilizzano le piastrinecontenute nel proprio sangue. Dopo un prelievo, il sangue viene centrifugato.

Le piastrine che contengono fattori di crescita tessutali vengono isolate e reiniettate nel volto con tantemicroiniezioni. Questo è il futuro del ringiovanimento.

Costo: 400/500 euro a seduta (tre all’anno a distanza di un mese).

 

7 – DERMOABRASIONE

Il trattamento causa in maniera controllata (attraverso l’uso di sostanze acide) un’esfoliazione della parte superficiale della cute del viso, quella dove sono presenti le rughe (o le lesioni da acne).

Il peeling ridona un aspetto levigato e la pelle appare più luminosa e uniforme.

Costo: da 700 a 3.000 euro.

 

8 – LASER LIPOLISI

Si tratta di un vero e proprio intervento da svolgersi in un ambiente protetto. Il procedimento è abbastanza semplice: grazie al calore del laser che agisce sulle gambe in modo indolore, il grasso si scioglie e viene aspirato.

La parte trattata viene rimodellata e a poche settimane dall’intervento ritrova tonicità e compattezza.

Costo: circa mille euro

 

9 – FILI DI SOSPENSIONE

Si tratta di un vero e proprio intervento. Sottocute vengono inseriti dei fili riassorbibili che danno un effetto leggero di trazione.

Può essere utilizzato per migliorare l’ovale del viso, sollevare un sopracciglio o tirare lo zigomo.

Costo:1.000-1.500 euro (da ripetere ogni 12 mesi).

 

10 – MINI ADDOMINOPLASTICA

Si tratta di una vera e propria operazione in anestesia locale. Si interviene sulla pelle rilassata dell’addome, che viene asportata in piccole quantità. In genere viene fatto dopo una gravidanza o in seguito a una dieta che ha comportato la perdita di molti chili.

Costo: da 2.000 a 3.000 euro.

(fonte: www.leiweb.it)

La dieta proteica per perdere 6 chili in un mese

Per perdere peso con rapidità ma senza danneggiare l’ organismo, la dieta proteica sfrutta al massimo il processo di assimilazione degli alimenti.

Per sentirsi in forma il corpo ha bisogno di tutti i nutrienti: 55-60% di carboidrati, 20-30% di grassi e 10-15% di proteine.

dieta-proteica-per-perdere-6-chili-in-un-meseLa dieta proteica consiste nel potenziare l’ apporto degli alimenti proteici riducendo drasticamente i carboidrati e limitando al minimo i grassi. Ma attenzione: la dieta non presenta precauzioni particolari se si segue per un mese; è invece controindicata a tutte le persone che soffrono di mal di fegato o mal di reni come insufficienza epatica, epatite, nefrite, gotta.

Con la dieta proteica, l’ organismo è in grado di trasformare le proteine in sostanze più semplici ed estrarre da queste l’ energia di cui ha bisogno.

La dieta proteica permette di perdere da 1,2 a 1,5 chili alla settimana fino a 6 chili in un mese; non esige pesi netti, ma durante il pranzo e la cena bisogna assumere 200 grammi di alimenti ricchi di proteine e circa 250-300 grammi di verdure.

Un giorno a settimana (la domenica) bisogna invece mangiare carboidrati e alimenti più consistenti.