CANCELLARE LE SMAGLIATURE?

Adesso si può.

A rendere invisibili le odiate piccole cicatrici è un nuovo strumento di ultima generazione, il Laser CO2 Frazionato.

Come spiega Marco Gasparotti, direttore scientifico del Villa Borghese Institute di Roma, specializzato in cure estetiche: “al momento la tecnica più efficace, quella che dà risultati migliori, è il laser frazionato, un nuovo tipo di laser ad alta potenza. In pratica effettua una abrasione puntiforme molto precisa e mirata che non provoca ustione”.

Attraverso l’uso di fibre ottiche “il laser produce migliaia di forellini sotto gli strati più superficiali dell’epidermide che non presentano bruciature né arrossamenti”, continua l`esperto.

E anche se “il risultato dipende dal tipo di smagliatura e dalla cute da trattare”, la cura dà comunque buoni risultati e non è troppo invasiva: “nell’arco di due/tre mesi si effettuano al massimo due sedute.

Se le smagliature sono recenti e non troppo profonde può bastare una sola seduta per renderle praticamente invisibili e i risultati si apprezzano entro un mese dal trattamento”, spiega Gasparotti.

Molto diverse tra loro, le smagliature – più o meno di vecchia data, accompagnate o no da cute rilassata – possono necessitare di particolari trattamenti per la loro eliminazione. “nel caso di cute rilassata usiamo un approccio combinato di due trattamenti: laser frazionato insieme agli infrarossi che scalda in maniera delicata la cute e permette una retrazione della pelle, come se i lembi della smagliatura si riunissero e questa si chiudesse”.

Tramontato definitivamente, quindi, l’uso della dermoabrasione e del peeling a base di acido glicolico o retinoico.

Sonia Ciampa – miodottore.it

[mailpoet_form id=”1″]