PEELING

peeling riminiIl peeling è una metodica che consiste nell’applicazione di una o più sostanze chimiche in grado di indurre una reazione esfoliativa, ed il successivo processo di rigenerazione cellulare al fine di risolvere o migliorare un “problema” clinico-estetico della cute.

Gli effetti delle sostanze chimiche utilizzate vanno dal semplice distacco dello strato più superficiale a vistose reazioni del derma, in base ai livelli di profondità raggiunti .

Un peeling molto superficiale accelera l’esfoliazione naturale, mentre un peeling più profondo permette di creare alterazioni nell’epidermide.

L’APPROCCIO

Fondamentali nella scelta del trattamento da eseguire, nel determinare la concentrazione di acido che si utilizza e la durata del peeling iniziale sono la valutazione dell’età del paziente, il tipo di pelle, la sua condizione, e l’area del corpo o del viso da trattare.

L’efficacia del peeling è sempre maggiore se viene preceduta e seguita dalla applicazione di sostanze schiarenti che favoriscono una desquamazione preliminare.

Il giorno del peeling la cute deve essere correttamente pulita, e il soggetto deve astenersi dall’uso di profumi o dopo barba.

Durante il peeling il paziente potrà avvertire prurito, fin’anche un leggero fastidio.

Alla fine del peeling, la cute trattata viene sciacquata abbondantemente, viene stesa quindi sulla zona una crema idratante-ristrutturante, che dovrà essere utilizzata anche a domicilio.

La sola fondamentale precauzione che si richiede al paziente è quello di non esporsi ai raggi solari nel mese successivo al trattamento.

La frequenza delle sedute viene valutata e definita a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere o dell’ inestetismo che si vuole curare.

CONTROINDICAZIONI

  • Foto tipo alto
  • Gravidanza
  • Herpes simple
  • Dermatite atopica
  • Melasma medio-profondo
  • Orticaria cronica

Le sostanze attualmente più usate sono: l’Acido Glicolico, l’Acido Mandelico, L’Acido Tricloroacetico (TCA), la Soluzione di Jessner e lo Yellow Peel

Di seguito un breve accenno a vantaggi, svantaggi e indicazioni

ACIDO GLICOLICO

E’ la sostanza maggiormente utilizzata in campo dermo-estetico, agisce a livello dello strato più profondo favorendo la sua idratazione e aumentandone la flessibilità.

INDICAZIONI

  • pelle poco luminosa.
  • piccole rughe di espressione, fotodanneggiamento.
  • epidermide poco compatta
  • visibili “segni del tempo”

L’importanza di questo acido in campo estetico deriva innanzitutto dalla sua facilità di utilizzo e dalla notevole “compliance” da parte dei soggetti trattati.

Il suo grande vantaggio è che permette di ottenere ottimi risultati, senza lasciare segni e garantendo  una normale vita di relazione sociale.

ACIDO MANDELICO

L’acido mandelico è un’alternativa esfoliante più costosa all’acido glicolico, che è però utilizzabile tutto l’anno, compatibile con tutti tipi di pelle e priva degli effetti bruciore o dolore che presenta l’acido glicolico

INDICAZIONI

  • pelle poco luminosa
  • compattamento della pell
  • acne leggera

E’ utilizzato come precursore di vari farmaci ed è stato storicamente utilizzato come antibatterico assunto per via orale nella cura delle infezioni urinarie. Trova utilizzo in dermatologia nel trattamento dell’acne superficiale e come lenitivo per l’irritazione in seguito a un trattamento laser della cute.

SOLUZIONE DI JESSNER

La Soluzione di Jessner si compone di tre sostanze:
1. acido salicilico (beta idrossi acido)
2. acido lattico (alfa idrossi acido)
3. resorcinolo

La soluzione di Jessner è un buon esfoliante, dotato cioè di un buon potere cheratolitico ed è caratterizzata da potere schiarente. Di contro, alcuni degli ingredienti che compongono la soluzione possono dare tossicità, in particolare l’acido salicilico e la resorcina, e la applicazione sulla cute provocare bruciore e pizzicore. Il peeling con soluzione di Jessner può essere associato al peeling con TCA ed è dose dipendente: più ne viene applicato più va in profondità.

INDICAZIONI

  • Macchie del viso (ipermelanosi cutanee)
  • Rughe superficiali
  • Foto invecchiamento

PEELING A BASE DI TCA

Il TCA è una delle sostanze più usate e studiate per la realizzazione di peeling di media profondità.

Il peeling chimico a base di acido tricloroacetico (TCA) consiste nell’applicazione sulla pelle di una soluzione di acido tricloroacetico a concentrazioni variabili (15-30%), con la conseguente lisi dello strato epidermico e, a seconda delle concentrazioni, di parte del derma. Questo porta ad un successivo stimolo alla rigenerazione dermo-epidermica. Lo scopo del peeling è dunque quello di provocare una esfoliazione uniforme e controllata dei diversi strati cutanei e la rigenerazione di una nuova epidermide.

Tutte le aree del corpo sono trattabili con questa metodica, che risulta particolarmente efficace per il viso, il decolleté, gli arti, il dorso delle mani. Il risultato del peeling è tanto migliore quanto più la pelle è preparata e successivamente trattata anche con i trattamenti domiciliari.

INDICAZIONI

  • Macchie senili superficiali
  • Rughe superficiali
  • Rughe medio-profonde

YELLOW PEEL

Deve il suo nome al colore giallo zafferano del composto e da quello che lascia sulla pelle quando applicato.

Lo Yellow Peel si basa su una associazione di:
• Acido Retinoico (sostanza capace di stimolare la proliferazione cellulare)
• Acido Fitico (antiossidante)
• Acido Azelaico (antibatterico)
• Acido Cogico (schiarente, inibisce la formazione di melanina)
• Bisabololo (antinfiammatorio-antisettico)
• Vitamina C stabilizzata (Ascorbil Palmitato, antiossidante)
• Acido Salicilico (cheratolitico)

INDICAZIONI

  • macchie (ipermelanosi da varie cause: gravidanza, contraccettivi orali, terapie fotosensibilizzanti sistemiche e topiche, pigmentazioni post-peeling o post laserterapia, etc)
  • danno da fotoinvecchiamento (photoaging)
  • acne in fase attiva

Il trattamento con Yellow Peel richiede alcune ore di esecuzione e, anche se ben tollerato, comporta un’esfoliazione cutanea a partire dal terzo-quarto giorno che generalmente si conclude in 7 giorni. Questo può comportare una limitazione della vita sociale del soggetto nei giorni iniziali.

CONCLUSIONI

Tutte le sostanze esaminate sono più o meno efficaci, ma in verità nessuna ci ha mai dato quei risultati che ci aspettavamo da un Peeling e che soprattutto ci chiedevano i nostri pazienti, pertanto…

RIMEDICAL (attraverso l’esperienza della Dottoressa Ciampa)

e

URAS COSMETICS (grazie all’abnegazione e dalla competenza della Titolare Daniela Uras)

hanno dato vita a un prodotto eccezionale, O3 TRIDIMENSIONAL PEEL.

Clicca QUI per scoprirlo e per scoprire il PEELING che trovi solo da noi!!!

Se gli argomenti che trattiamo sono di tuo interesse iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 1.963 lettori.
Lasciaci la tua mail e niente paura, noi come te odiamo lo SPAM! I tuoi dati non verranno ceduti a terzi.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Osteopatia
Visite 1.2k
  OSTEOPATIA (o Terapia Manuale Osteopatica come definita nel mondo anglosassone) Attraverso tecniche manuali, mira al ripristino della salut...
MonnaLisa Touch – Un trattamento efficace co...
Visite 466
ATROFIA VAGINALE... CHE FARE? Circa la metà di tutte le donne in postmenopausa si trova ad affrontare i sintomi dell’atrofia vaginale, che insorge in...
Fisioterapia
Visite 1.5k
3 FANTASTICI PACCHETTI DI TRATTAMENTI GAMBE PER: combattere la cellulite alleggerire le gambe stanche e pesanti migliorare la circolazio...