ECO COLOR DOPPLER PER INSUFFICIENZA VENOSA

L’insufficienza venosa cronica degli arti inferiori (Ivc) nei suoi vari gradi di manifestazione colpisce in Italia il 40% delle donne ed il 25% degli uomini. E’ definibile come l’insieme delle manifestazioni cliniche legate ad un’anomalia funzionale del sistema venoso causata da un’incontinenza delle valvole con o senza l’associazione di una ostruzione delle vene, superficiali, profonde o perforanti.

L’Ivc si divide classicamente in minoremoderata e severa e le tecniche chirurgiche, gli esami preventivi e i risultati attesi sono grandemente influenzati e dipendenti dalla severità del quadro clinico e anatomico presente.

FATTORI DI RISCHIO

I fattori più comuni per l’Ivc sono la familiarità, il sesso femminile, il sovrappeso e la sedentarietà. Il Fumo di sigaretta ed alcuni problemi ortopedici possono predisporre all’Ivc (piede piatto, ginocchio valgo/varo, alluce valgo, ecc.) in quanto, alterando la corretta deambulazione e postura, possono compromettere il lavoro della pompa muscolare.

SINTOMI

  • gambe stanche e/o pesanti
  • senso di irrequietezza agli arti inferiori (la cosiddetta sindrome delle gambe senza riposo)
  • dolore e/o bruciore al polpaccio (il dolore aumenta vicino a fonti di calore e nei periodi più caldi dell’anno)
  • gambe gonfie (le scarpe stringono) soprattutto di sera, dopo essere stati a lungo in piedi o nel periodo estivo
  • crampi notturni agli arti inferiori
  • formicolii

DIAGNOSI

La visita angiologica è fondamentale per definire l’estensione e la gravità dell’insufficienza venosa cronica.

L’eco color Doppler venoso è un’ecografia delle vene in cui si valutano l’elasticità della parete, la misura delle vene stesse, l’efficienza delle valvole, l’eventuale presenza di reflussi del sangue e di coaguli all’interno dei vasi.

È un esame non invasivo, sicuro e affidabile che permette di indicare il percorso terapeutico più indicato per il paziente.

CONSIGLI PER LA PREVENZIONE

Uno stile di vita preventivo può aiutare a contrastare l’insufficienza venosa. Alcune buone pratiche generali possono essere:

  • un’alimentazione ricca di fibre (per combattere la stitichezza) e di vitamina C
  • assumere flovonoidi (antiossidanti) come la centella, il mirtillo, i frutti di bosco, il tè verde e altri, soprattutto nei cambi stagionali
  • evitare il più possibile la sedentarietà e una costante posizione eretta
  • camminare almeno un’ora al giorno
  • utilizzare tacchi non più alti di 3-4 cm evitando la scarpa da ginnastica
  • preferire calze a compressione graduata
  • idratare frequentemente la pelle per combattere la secchezza
  • evitare la lunga esposizione al caldo
  • evitare bagni con acqua troppo calda
  • evitare di indossare calzature strette
  • dormire mantenendo i piedi più alti rispetto alla testa
  • mantenere un peso corporeo nella norma

Il Poliambulatorio RIMEDICAL organizza campagne di prevenzione per l’insufficienza venosa a cura del Dott. Francesco Landolfi

Prossima data: MERCOLEDI’ 11 OTTOBRE

Visita flebologica ed esame Eco Color Doppler GRATUITI

Francesco Landolfi – miodottore.it

Se gli argomenti che trattiamo sono di tuo interesse iscriviti alla nostra newsletter ed unisciti ai nostri 1.805 lettori.
Lasciaci la tua mail e niente paura, noi come te odiamo lo SPAM! I tuoi dati non verranno ceduti a terzi.