Cellulite, le 5 mosse da fare a casa

Ora o sarà troppo tardi (per arrivare in forma alla vacanze). Questo è il momento giusto per decidere di prendersi cura di sé. E, perché no?, per preoccuparsi anche della cellulite, il più insidioso degli inestetismi. Rincuora come la definivano gli antichi romani: «Eccesso di femminilità» (dovuto agli estrogeni e alla loro recettività). Ma le consolazioni non bastano. Ecco un piano d’attacco da fare a casa adottando uno stile di vita sano.

Depurarsi

Primo passo: liberarsi dalle impurità: «Bere acqua a volontà, almeno otto bicchieri – raccomanda Nicola Sorrentino, specialista in scienza dell’alimentazione e dietetica e direttore della Columbus Clinic Diet -. Ci si depura anche grazie all’assunzione di clorofilla (nelle verdure o come integratore) e di linfa di betulla (50 gocce in un litro d’acqua da dividere durante la giornata). Utili tisane antifermentative a base di anice, finocchio, malva, cumino».

Mangiare sano

«Se non si è in sovrappeso la dieta anticellulite consiste soltanto in un lieve cambiamento delle abitudini a tavola – spiega Sorrentino, autore di “La dieta dell’acqua” (Salani Editore) -. Se i chili sono troppi, la dieta qualitativa dovrà essere anche ipocalorica». Le regole: «Ridurre il sale e fare attenzione a salse, intingoli, pietanze pasticciate, cibi preconfezionati, precotti e salumi, insomma, alimenti in cui il sale è nascosto. Limitare gli zuccheri raffinati e le fritture, cucinando al vapore, bollito, ai ferri, al forno, alla piastra, con padelle antiaderenti, a microonde. Evitare i superalcolici e non bere più di un bicchiere di vino a pasto». Inoltre, «ridurre i grassi dando la preferenza all’olio extravergine d’oliva a crudo. Aumentare gli alimenti ricchi di potassio (frutta in generale, verdure a foglia verde, pomodori, patate, cereali e carni): stimola la diuresi e lo smaltimento dei liquidi in eccesso. E di bioflavonoidi, vitamine del gruppo P con azione capillaro-protettiva ed anti-edematosa: agrumi, uva, mirtilli, albicocche, prugne, ciliegie, more, melone, papaya, nel grano saraceno, nei broccoli. Mangiare la verdura cruda perché più ricca di fibre per regolare il transito intestinale».

Fare esercizio

Ogni occasione va sfruttata per fare movimento: «Camminare a ritmo sostenuto (da mezz’ora a un’ora al giorno) – spiega Lorenza Dacò, preparatore atletico specializzato in Scienze motorie -, salire le scale appena si può e fare ginnastica a casa. «Dopo essersi scaldati con l’allungamento e lo stretching si passa agli esercizi di tonificazione». Degli esempi? «Prendo come riferimento una sedia, mi siedo con le gambe allargate all’altezza delle spalle. Mani ai fianchi e sguardo in avanti. Ripeto 20 volte». Ancora: «Mi sdraio a pancia in su, braccia lungo i fianchi, sollevo le gambe, eseguo la bicicletta tenendo la schiena appoggiata a terra e contraendo gli addominali per 30 secondi fino a un minuto». L’ultimo: a quattro zampe, le mani sono all’altezza delle spalle, i piedi appoggiati. Con un angolo di 90 gradi tra il busto e il braccio eseguo flessioni sulle braccia».

La crema giusta

I prodotti anticellulite non fanno miracoli ma servono. «Applicateli due volte al giorno, per almeno due mesi», ricorda il cosmetologo Umberto Borellini ( glassonion.it ). Come sceglierli? «Creme e cerotti sono i più attivi – continua -. Poi, bisogna verificare gli ingredienti. Sì a edera, centella, ippocastano (drenanti), caffeina e foglie di tè (riducenti), ananas (levigante). Interessanti anche i leggings con i principi attivi microincapsulati: sfruttano il passaggio transdermico, ma in fibra naturale, non sintetica perché occlude i pori».

Una nuova vita

Cosa vuol dire cambiare stile di vita? «Prendersi cura dell’organismo, dei pensieri e delle emozioni – risponde Laura Giustino, psicologa specialista in terapie bioenergetiche e bionaturali ( olidostudio.com ) -. Si impara ad avere un rapporto più autentico con il proprio corpo. La disintossicazione facilita il processo: è una terapia d’urto che rimette in circolo l’energia e la linfa. All’inizio comporta sacrificio, ma le sensazioni di benessere presto ripagano e diventano un obiettivo. Si evita, così, di farsi del male e lo stile di vita diventa uno strumento per agire».

 

Fonte:

 

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Cellulite: si combatte con la carbossiterapia
Visite 770
La primavera sta arrivando e dopo di lei sarà la volta dell’estate. E allora, come ogni anno, si ripresenta il problema gambe e cellulite in parti...
CORPO: LE NEWS DI MEDICINA ESTETICA PER SCONFIGGER...
Visite 474
Le ultime novità per rimodellare senza bisturi, con tecniche dolci che migliorano la condizione dei tessuti e sciolgono i grassi Secondo i dati prese...
COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI ...
Visite 12.6k
L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perc...
LA TOP 5 DEI PRODOTTI DI BELLEZZA PIÙ AMATI DALLE ...
Visite 306
Partendo dal contenuto delle trousse, Vente-privee ha svelato le abitudini beauty delle italiane. E non mancano le sorprese... Non possono fare a men...
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento