LA FLORITERAPIA DI BACH 

L’interesse del medico che è esperto di medicina non convenzionale viene  rivolto alla persona nella sua interezza e non soltanto  al problema od alla malattia che si cerca  di risolvere o curare ; al centro dell’attenzione vi è  l’ individuo nella sua globalità .

L’ essere umano è un sistema aperto, cioè un sistema che per funzionare necessita della introduzione dall’ esterno di sostanze (aria, acqua e cibo) ed è , inoltre, immerso in un mondo di situazioni e sostanze stressanti e/o intossicanti (suoni, luci, farmaci, inquinamento ect.etc. ), dalle quali si dovrà  tentare , in qualche modo, di salvaguardarlo.

In questo tentativo bisogna  tenere ben presenti , anche , le predisposizioni individuali ad ammalarsi di particolari patologie : questo , in medicina complementare , viene definito “ terreno “ su cui la malattia o il problema si può più facilmente sviluppare.

Vari rimedi fitoterapici, omeopatici od omotossicologici possono aiutare a risolvere questi problemi, sia recenti che presenti da tempo e legati al  corpo; certo non possiamo dire che servano altrettanto bene per curare l’ “ anima “ , cioè la psiche.

 Niente paura, però, per questo, in medicina complementare esiste un altro dardo, altrettanto acuminato ed efficace: la floriterapia di Bach. Il concetto che ci deve accompagnare nel tentativo di capire a cosa servono e come funzionano è quello della presenza nel nostro organismo della parte  elettromagnetica , con la quale le frequenze elettriche emesse dai singoli fiori possono risuonare per rimettere a posto quello che non va nel nostro stato psichico . In questo modo andremo a rendere accettabili per la  psiche le “ emozioni negative “ che sono alla base dei problemi di relazione ed anche di somatizzazione (localizzazione viscerale di problemi riguardanti il nostro stato d’animo) L’ utilizzo dei fiori di Bach è stato qualche volta banalizzato, ma la loro efficacia è molto spesso sorprendente. Purtroppo , attualmente, questa terapia è molto poco considerata dai medici ; anche in questo caso vi è stata una colonizzazione impropria da parte di persone laureate e non che si sono appropriate di questa metodologia terapeutica e  si sono comunque improvvisati floriterapeuti.

E’ però buona norma che la prescrizione sia affidata ad un medico, in quanto la loro assunzione, specialmente se diluiti ed appropriati nella composizione, possono determinare in chi li assume la cosiddetta  “ crisi di coscienza “ : la liberazione , cioè ,  del proprio vero modo di essere ( vero sé ), che può necessitare dell’ aiuto del medico, il quale eviterà che vi possano essere dei problemi di ordine psicologico .

E’ , invece,  possibile utilizzare senza problemi i singoli  fiori non diluiti, la Rescue Remedy crema o lo stesso prodotto in boccetta intera ( stock bottle ) senza bisogno che intervengano o il medico od altri esperti ; in questo caso è possibile autoprescriverli attraverso la consultazione dei numerosi libri in commercio : l’importante, lo ripeto di nuovo,  è non utilizzare i fiori in diluizione.

Vanno assunti come i prodotti omeopatici , sotto la lingua e lontano dai pasti , due gocce alla volta per quatto volte al dì , o, in caso, ad esempio, di crisi di panico , quattro gocce di Rescue Remedy al bisogno .

Bach studiò quindi 38 rimedi floreali, ciascuno capace di curare una particolare disarmonia emotivo-animica. Il fiore è la parte più vitale di una pianta, quella che esprime al massimo grado il suo impulso allo sviluppo. Per tale ragione è anche capace di restituire alla persona che soffre quella spinta vitale che gli manca per guarire.

Secondo la visione di Bach, una vera terapia deve sciogliere quei nodi e barriere mentali che ingabbiano lo spirito in errati (e dolorosi) atteggiamenti, per quindi espandere la sua capacità di vedere e comprendere la realtà delle cose, i reali bisogni e i reali scopi del suo esistere. Deve tendere a liberare l’uomo dall’errore di valutazione in cui si era impantanato, dall’illusione di sentirsi solo in un mondo ostile. Non c’è vera guarigione senza una modificazione profonda dell’animo del sofferente, senza una sua crescita interiore, senza un rinnovamento del modo di vedere e di sentire: allora i sintomi diventano inutili e la malattia scompare.

Come ho già anticipato ci troviamo di fronte ad una medicina incentrata sulla persona e non sulla malattia, la Floriterapia di Bach non prende in considerazione i sintomi fisici, se non di sfuggita, ma punta direttamente al nucleo psico – emotivo del paziente, al suo conflitto interiore: lo identifica e propone per esso il rimedio appropriato, quello capace di riportare alla luce della coscienza la controparte positiva finora nascosta. È la consapevolezza infatti che guarisce, la vera medicina.

È un metodo di cura che non ha alcuna controindicazione né effetti collaterali, e che può essere associato ad altre terapie.

I rimedi che il Dr Bach scoprì sono 38 e comprendono i dodici guaritori più altri 26 rimedi trovati successivamente. Li divise in sette gruppi classificandoli secondo alcuni tipi di sentimenti e ciascun gruppo copre una gamma di stati mentali ed emotivi diversi.

Prenderemo ora in considerazione i singoli gruppi con i fiori che li caratterizzano, cosicché sia possibile per i lettori trovare il fiore che caratterizzi le proprie emozioni negative e possa migliorare il suo stato emozionale assumendolo secondo le modalità suesposte. 

Rock  rose

“Rimedio di emergenza, valido nei casi in cui sembra non esserci addirittura più’ speranza. Per incidenti, malattie improvvise, per quelle situazioni in cui il malato e’ in preda al terrore o il suo stato e’ cosi’ grave da causare grande spavento in chi lo circonda. Se il paziente e’ in stato di incoscienza, gli si possono umettare le labbra con il rimedio. Potrebbero essere necessari altri rimedi aggiuntivi. Se, per esempio, si e’ di fronte a uno svenimento, che e’ uno stato di sonno profondo, si può’ integrare Rock Rose con Clematis; se il malato soffre molto lo si integra invece con Agrimony e cosi’ via.”

Mimulus

Per le paure che ci sono causate dai pericoli del mondo: le malattie, il dolore, gli incidenti, la povertà’, il buio, la cattiva sorte, le paure di tutti i giorni. Le persone che ne soffrono nascondono gelosamente i loro timori, non ne parlano volentieri con gli altri.

Cherry  Plum

“Per le paure di chi ha la mente troppo affaticata, teme di perdere la ragione, di commettere azioni orribili e spaventose, che vorrebbe evitare perche’ si rende conto che sono sbagliate; nonostante ciò’, se le ritrova comunque in mente ed e’ tentato di compierle.”

Aspen

“Per quelle paure imprecisate e sconosciute che non hanno spiegazione o giustificazione. Il soggetto può’ essere in preda al terrore per qualcosa che non sa, ma crede stia per accadergli. Questi timori imprecisati e sconosciuti possono sopraggiungere il giorno o la notte. Chi ne soffre ha spesso paura di confessare la propria pena agli altri.”

Red Chestnut

” Per chi non sa impedire di essere in ansia per gli altri. Spesso queste persone hanno smesso di preoccuparsi per se stesse, ma stanno ugualmente molto male perche’ temono che possa succedere qualcosa di brutto alle persone amate.”

Cerato

“Per quelli che non hanno abbastanza fiducia in se stessi per prendere delle decisioni.Spesso chiedono suggerimenti agli altri, ma altrettanto spesso vengono consigliati male.”

Scleranthus

“Per quelli che soffrono molto per la loro incapacita’ di decidere fra due alternative, considerando giusta ora l’una ora l’altra. Di solito sono persone tranquille che non lasciano trapelare la loro incertezza e non amano parlare con gli altri.”

Gentian

“Per quelli che si perdono facilmente d’animo. Possono anche registrare miglioramenti in una malattia o nei loro affari quotidiani, tuttavia ogni piccola difficolta’ o incidente di percorso e’ causa di dubbi e spesso di scoraggiamento.”

Gorse

“Per quelli che hanno perso ogni speranza e pensano che nessuno possa fare piu’ niente per loro. Per obbedire ad un’imposizione o per far piacere a qualcuno queste persone possono anche sottoporsi a varie cure, ma ripetono sempre a chi sta loro vicino di avere ben poche speranze di guarigione.”

Hornbeam

“Per quelli che sono persuasi di non avere risorse fisiche e mentali sufficienti per affrontare le fatiche della vita. Anche se generalmente riescono a realizzare i loro progetti e a compiere il loro dovere queste persone ritengono insormontabili persino i problemi di tutti i giorni. Per chi crede di doversi fortificare nel corpo e nella mente per portare a termine il proprio lavoro con facilita’.”

Wild Oat

” Per chi coltiva l’ambizione di fare cose importanti, e’ teso verso le esperienze nuove, si interessa di tutto, intende vivere appieno la propria vita. Il problema di costoro consiste nel non sapere su cosa concentrare le proprie energie: anche se hanno grandi ambizioni, non c’e’ una cosa che li appassioni piu’ delle altre e cio’ puo’ causare perdite di tempo e frustrazioni.”

Clematis

Clematis

“Per i sognatori, gli addormentati, quelli che non sono mai del tutto svegli, senza interessi significativi nella vita.Per quelle persone quiete che non sono molto felici della loro attuale condizione, che vivono piu’ nel futuro che nel presente e che sperano in momenti piu’ felici in cui i loro desideri si possano realizzare. Alcuni di loro, se malati, fanno pochi sforzi per guarire e in taluni casi possono arrivare ad augurarsi la morte, confidando in una vita nuova e migliore o sperando forse di poter reincontrare una persona cara che hanno perduto.”

Honeysuckle

“Per quelli che vivono nel passato, magari nel ricordo di un periodo di grande felicita’, di un amico morto, oppure delle ambizioni che non sono mai riusciti a realizzare. Dalla vita non s’aspettano nessuna felicita’ che possa eguagliare quella passata.”

Wilde Rose

“Per quelli che, senza una ragione apparente, si rassegnano a tutto cio’ che succede e scivolano cosi’ attraverso la vita, la prendono come viene, non fanno alcuno sforzo per migliorarla o per raggiungere la felicita’. Si sono arresi alle avversita’ della vita senza neanche lamentarsi.”

Olive

“Per quelli che hanno molto sofferto nel corpo e nello spirito e sono cosi’ stanchi ed esauriti da non sentirsi piu’ in grado di fare alcuno sforzo. Per chi considera la vita di tutti i giorni una dura fatica, priva di ogni piacere.”

White Chestnut

“Per chi non riesce ad evitare di pensare cose che non vorrebbe proprio che gli occupassero la mente. Cio’ succede solitamente nei momenti in cui non c’e’ niente di reale che possa davvero interessarlo. I pensieri molesti, anche se respinti, torneranno immancabilmente ad assillare la mente e a involversi su se stessi, con la conseguenza di una penosa sofferenza psichica. La presenza di questi fantasmi mentali non permette di vivere in pace e interferisce con la capacita’ di concentrarsi sui doveri e sui piaceri quotidiani.”

Mustard

“Per quelli che sono soggetti a momenti ricorrenti di malinconia o addirittura di disperazione come se una nube di piombo li avvolgesse e nascondesse loro la luce e la gioia di vivere. In genere non c’e’ una spiegazione razionale per questi attacchi. In queste condizioni e’ quasi impossibile apparire felici ed allegri.”

Chestnut Bud

“Per chi non sa trarre il giusto profitto dall’osservazione e dall’esperienza diretta e necessita di piu’ tempo degli altri per fare proprie le lezioni della vita quotidiana. Mentre una sola esperienza puo’ essere sufficiente per alcuni, queste persone ne hanno bisogno di piu’, a volte molte di piu’, prima di imparare. Cosi’, rimanendoci male, si trovano a commettere lo stesso sbaglio piu’ di una volta. Per quelle persone alle quali un solo errore o il consiglio degli altri non bastano per evitare di fare piu’ volte la stessa esperienza negativa.”

Water Violet

“Per quelli che, indipendentemente dal fatto di essere in buona salute o malati, preferiscono rimanere soli. Si tratta di persone pacifiche che non amano far rumore, parlano poco e sempre con gentilezza; sono molto indipendenti, capaci e autosufficienti, praticamente liberi dalle opinioni altrui. Stanno in disparte, lasciano in pace gli altri e vanno avanti per la loro strada. Sono spesso persone intelligenti e piene di talento. La loro calma e la loro serenita’ sono una benedizione per chi le circonda.”

Impatiens

“Per le persone rapide nel pensiero e nell’azione, che desiderano che si faccia ogni cosa senza esitazioni ne’ perdita di tempo. Quando sono malate sono ansiose di guarire il piu’ in fretta possibile. Difficilmente hanno pazienza con chi ha tempi di lavoro piu’ lenti, perche’ sono convinte che cio’ sia sbagliato e dia adito a spreco di tempo; quindi cercano di vivacizzare in ogni senso le persone piu’ lente di loro. Spesso preferiscono pensare e lavorare in solitudine, in modo da farlo secondo i propri ritmi.”

Heather

Per quelli che sono sempre in cerca della compagnia di qualcuno perche’ hanno bisogno di discutere i loro problemi con gli altri, non importa di chi si tratti. Diventano molto infelici se si trovano a dover rimanere soli per un certo periodo di tempo.”

Agrimony

” Per le persone gioviali, allegre e spiritose che amano la pace e sono disposte a molte rinunce pur di evitare discussioni e liti che le possono mandare in crisi. Anche se in generale hanno dei problemi e sono tormentate, preoccupate oppure stanche a livello fisico o psichico, nascondono i loro crucci dietro l’ottimismo e le burle. Cosi’ sono da tutti considerati degli ottimi amici. Tuttavia fanno spesso uso eccessivo di alcolici o droghe stimolanti per aiutarsi ad affrontare meglio le difficolta’ con allegria.”

Centaury

“Per quelle persone mansuete, buone, gentili che sono molto ansiose di aiutare il prossimo e si affaticano troppo nel farlo. Il loro desiderio di fare del bene e’ cosi’ grande da renderli piu’ simili a servi che a collaboratori preziosi.La loro indole li porta a fare piu’ di quello che dovrebbero e cosi’ facendo perdono di vista la loro realizzazione personale.”

Walnut

” Per quelli che nella vita hanno ambizioni e ideali precisi da realizzare ma che in occasioni sia pure non frequenti rischiano di perdere di vista le loro convinzioni o i loro obiettivi a causa dell’entusiasmo o di fronte alle convinzioni e alle opinioni forti degli altri. Il rimedio dona costanza e protegge dai condizionamenti esterni.”

Holly

“Per chi e’ soggetto a sentimenti quali l’invidia, la gelosia, il sospetto e la volonta’ di rivalsa. Per chi concepisce un sordo risentimento nei confronti di presunte vessazioni . Queste persone possono soffrire molto, spesso anche se non c’e’ una vera ragione della loro infelicita’.”

Larch

Per quelli che si considerano inferiori agli altri, che sono convinti di essere destinati a fallire, che pensano di non potere mai avere successo e dunque non rischiano nè si sforzano a sufficienza per portare a compimento una

Pine

Per quelli che si fanno dei rimproveri . Anche se hanno successo, pensano che avrebbero potuto far meglio e non sono mai appagati dai propri sforzi e risultati. Sono grandi lavoratori, ma soffrono molto per i difetti che credono di avere. A volte, di fronte a un errore commesso da altri, arrivano a farsi carico di ogni responsabilità.

Elm

Per chi ha un buon lavoro, fa il suo dovere nella vita e spera di fare qualcosa di importante, spesso per il bene dell’umanità. A volte possono esserci momenti di sconforto, in cui domina la sensazione che il compito che si è

affrontato sia troppo grande per essere umano.

Sweet Chestnut

Per quei momenti in cui si è colti da un’angoscia tanto grande da sembrare insopportabile. Per quei momenti in cui si ha l’impressione di non farcela più perchè anima e orpo sembrano essersi spinti sino ai limiti estremi delle loro possibilità di resistenza. Quando sembra di trovarsi di fronte a nient’altro che distruzione e annientamento.

Star of Bethlehem

Per chi è stressato da situazioni che per un certo lasso di tempo hanno causato grande infelicità: lo shock di una brutta notizia, la perdita di una persona amata, lo spavento causato da un incidente e altri eventi del genere.

Willow

Per coloro che hanno sofferto a causa delle avversità o della cattiva sorte e non riescono a farsene una ragione; si lamentano o sono risentiti poichè giudicano il valore della vita in base al successo.Pensano di non aver meritato pene così grandi, che quanto è loro accaduto è ingiusto e se ne amareggiano. Spesso si disinteressano a ciò che prima amavano fare.

Oak

Per quelli che lottano e si battono con molta energia per guarire o per risolvere i problemi della vita quotidiana. Anche se le loro condizioni dovessero apparire disperate, essi proveranno un rimedio dopo l’altro e si batteranno contro il male. Sono insoddisfatti se una malattia interferisce con i loro doveri o con la loro disponibilità nei confronti degli altri. Si tratta di perone coraggiose che combattono anche contro le più grandi difficoltà senza

Crab Apple

Questo rimedio è depurativo. Per chi ha la sensazione che ci sia qualcosa di poco pulito in se stesso. All’apparenza è spesso qualcoosa di insignificante, ma in alcuni casi può essere presente un male molto serio che passa inosservato rispetto ai disturbi sui quali il malato è concentrato. In ogni casi il soggetto desidera liberarsi dal male che gius dica più grave e urgente da curare e si abbatte se la cura fallisce. Essendo un rimedio deprativo, il melo selvatico risana le ferite in cui si ha ragione di credere sia entrata qualche sostanza velenosa che deve essere espulsa.

Chicory

“Per quelli che si preoccupano molto dei bisogni altrui, tendono ad essere pieni di attenzioni eccessive verso i bambini, i parenti, gli amici trovando sempre qualcosa che non va da mettere a posto. Vogliono continuamente intervenire su cio’ che ritengono sbagliato e sono contenti di farlo. Desiderano essere sempre vicini alle persone che amano.”

Vervain

“Per quelli che sono estremamente sicuri delle proprie convinzioni, che di rado cambiano idea e vogliono convertire tutti alla propria filosofia di vita. Hanno molta forza di volonta’ e coraggio se si tratta di insegnare agli altri le cose che ritengono giuste. Se sono malati lottano piu’ a lungo di altri prima di arrendersi e tralasciare i propri doveri quotidiani.”

Vine

“Per persone molto intelligenti, consapevoli delle proprie qualita’, sicure del proprio successo. Essendo cosi’ sicure di se stesse pensano che sarebbe un bene se gli altri potessero essere persuasi ad agire come loro o secondo i loro consigli. Anche se sono malate continuano a dar ordini ai loro sottoposti; possono essere di grande utilita’ nelle emergenze.”

Beech

“Per chi sente il bisogno di vedere piu’ bellezza e bonta’ in tutto cio’ che lo circonda, riuscendo a cogliere cio’ che c’e’ di buono in ogni cosa nonostante le apparenze. Per chi vuole essere piu’ tollerante, mite e comprensivo nei confronti delle diverse maniere in cui ogni creatura si dirige verso la perfezione.”

Rock  Water

“Per coloro che hanno scelto di condurre una vita dura, che si privano dei piaceri e delle gioie della vita perche’ temono possano ostacolare il loro lavoro. Per chi e’ molto severo con se stesso e vuole essere sano, forte e attivo ed e’ disposto a tutto pur di rimanere in queste condizioni. Queste persone, spesso, sperano di costituire degli esempi per gli altri che, imitandoli, possono diventare migliori.”

  • Rimedio per l’ emergenza
Rescue Remedy

Vorrei concludere parlando brevemente del RESCUE  REMEDY , anche perchè è stato il primo rimedio da me usato per verificare l’ efficacia di questo metodo terapeutico.

All’ inizio il mio scetticismo era tale che ho preferito utilizzarlo negli animali e nelle piante con risultati sorprendenti . Dopo questa positiva esperienza ho allargato la mia sfera di applicazione ed oggi sono molto soddisfatto di questa ulteriore freccia al mio arco terapeutico.

Il Rescue remedy è una miscela già pronta di Star of Bethlehem , Rock rose, Impatiens , Cherry plum , Clematis, la cui ricetta è stata formulata dallo stesso Bach.

Può essere assunto ogni qual volta ci si trova ad affrontare situazioni particolarmente delicate dal punto di vista emotivo e psicologico, il rimedio ristabilisce, infatti, l’equilibrio emotivo agendo spesso in poco tempo. Il rimedio è indicato anche per piccoli traumi fisici non gravi.

Credo che questo metodo terrapeutico sia quello che genera più perplessità ed incredulità ; è una sensazione che ho provato io stesso , ma , come mi sono riproposto tanto tempo fa, quando ho iniziato ad interessarmi di terapie non convenzionali : provare per credere . L’ integralismo esasperato non credo porti da nessuna parte e non aiuta certo a crescere.

                                                                                        Dott. Raffaele Pastore

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Laser CO2 frazionato
Visite 813
LASER CO2 FRAZIONATO ULTRAPULSATO MX7000 è l'unico con tecnologia certificata FDA. Microxel MX7000 è un sistema laser CO 2 ultrapulsato che impiega ...
Rinoplastica
Visite 96
RINOPLASTICA La rinoplastica è l’intervento di chirurgia plastica estetica che mira alla correzione dei difetti estetici e ...
Dieta sbagliata altera per sempre l’ecosistema int...
Visite 379
Nell’intestino alberga un’abbondante flora batterica in buona parte costituita da batteri ‘buoni’ che controllano le molteplici funzioni intestinali e...
Dolore acuto e cronico
Visite 142
DOLORE ACUTO E CRONICO Martedì 13 febbraio ore 21: Prima Serata del Ciclo Informazione & Prevenzione Dolore acuto e cronico: dalla D...