Articoli

COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI AIUTANO

L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perché non dovrebbe aiutarci ad attenuare la cellulite?

Certo però che, come abbiamo detto più volte senza un corretto stile di vita non ci si può aspettare miracoli!

Gli integratori che contrastano la cellulite si dividono in tre tipi.

I drenanti e purificanti

Con Centella Asiatica, Ippocastano, Vite rossa o Mirtillo nero, magari associati tra loro che vanno a rafforzare la parete dei vasi, riducendo il ristagno di liquidi.

Si attenua, così il fastidioso gonfiore e la pesantezza alle gambe che si accentua quando stiamo molto tempo seduti o in piedi, immobili.

Spesso in questi integratori, accanto agli agenti protettori dei vasi sanguigni troviamo l’Orthosiphon, la Betulla o la Verga d’oro, degli estratti vegetali noti per le loro proprietà drenanti.

I depurativi 

A base di Carciofo e Tarassaco, non sono propriamente degli anticellulite, ma associati a cicli di trattamento con i drenanti, favoriscono l’eliminazione delle tossine in eccesso, alla base di quella infiammazione dei tessuti che si manifesta nella cellulite.

Oltre a questi due estratti vegetali troviamo l’Ananas, molto utile sia per la sua azione antiinfiammatoria e drenante, sia perché riattiva il metabolismo, aiutando a ridurre le dimensioni delle cellule adipose.

Gli integratori che stimolano il metabolismo

Contengono estratti di alghe brune, come il Fucus vesciculosus, la Laminaria e l‘Ascophyllum, delle fonti di iodio contenenti anche mucillagini e polifenoli ad azione emolliente e lenitiva. Lo iodio contenuto in queste alghe, in parte libero, in parte legato alle proteine della pianta spinge il nostro organismo a bruciare i grassi di riserva che si accumulano nel tessuto sottocutaneo ed impediscono al tessuto stesso di “respirare”. Questi estratti sono sconsigliati a chi soffre di patologie tiroidee o ha una familiarità per esse.

In alternativa si possono usare altri estratti stimolatori del metabolismo che non contengono iodio, come il caffè verde, il tè verde o il cacao, fonti  di caffeina, teofillina e teobromina, molecole, anche queste che vanno ad agire sugli accumuli adiposi.

Questi tipi di integratori sono utili, ad esempio come coadiuvanti di una dieta specifica o in associazione con prodotti cosmetici a base di soli componenti ad azione drenante e purificante.

Evitate, invece di usarli se state già utilizzando creme o fanghi ad azione riducente, perché in essi sono già contenute sostanze che stimolano il metabolismo e potreste andare incontro ad un sovradosaggio, molto dannoso per il vostro organismo!

Che assumiate l’uno o l’altro integratore, seguiate una dieta o facciate molta attività fisica ricordate sempre di mettere la salute al primo posto! Se desiderate assumere degli integratori e soffrite di qualche disturbo chiedete prima consiglio al vostro medico curante.

Fonte: http://www.diggita.it/

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

La dieta proteica per perdere 6 chili in un mese
Visite 849
Per perdere peso con rapidità ma senza danneggiare l’ organismo, la dieta proteica sfrutta al massimo il processo di assimilazione degli alimenti. ...
RIMEDI NATURALI PER PERDERE PESO, TISANE DRENANTI
Visite 423
Una buona tisana drenante può aiutare a perdere peso, ovviamente è un aiuto in più alla dieta e va assocciata, oltre che ad una corretta alimentazione...
Cellulite, le 5 mosse da fare a casa
Visite 515
Ora o sarà troppo tardi (per arrivare in forma alla vacanze). Questo è il momento giusto per decidere di prendersi cura di sé. E, perché no?, per preo...
Cellulite: le mosse giuste per combatterla
Visite 12.6k
Per essere in forma la prossima estate, occorre agire su più fronti fin da subito. Ecco come La cellulite è l’inestetismo più (odiosamente) democra...

La dieta proteica per perdere 6 chili in un mese

Per perdere peso con rapidità ma senza danneggiare l’ organismo, la dieta proteica sfrutta al massimo il processo di assimilazione degli alimenti.

Per sentirsi in forma il corpo ha bisogno di tutti i nutrienti: 55-60% di carboidrati, 20-30% di grassi e 10-15% di proteine.

dieta-proteica-per-perdere-6-chili-in-un-meseLa dieta proteica consiste nel potenziare l’ apporto degli alimenti proteici riducendo drasticamente i carboidrati e limitando al minimo i grassi. Ma attenzione: la dieta non presenta precauzioni particolari se si segue per un mese; è invece controindicata a tutte le persone che soffrono di mal di fegato o mal di reni come insufficienza epatica, epatite, nefrite, gotta.

Con la dieta proteica, l’ organismo è in grado di trasformare le proteine in sostanze più semplici ed estrarre da queste l’ energia di cui ha bisogno.

La dieta proteica permette di perdere da 1,2 a 1,5 chili alla settimana fino a 6 chili in un mese; non esige pesi netti, ma durante il pranzo e la cena bisogna assumere 200 grammi di alimenti ricchi di proteine e circa 250-300 grammi di verdure.

Un giorno a settimana (la domenica) bisogna invece mangiare carboidrati e alimenti più consistenti.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

LE METE DOVE DIMAGRIRE IN SETTE GIORNI
Visite 1.5k
Dieta, esercizio fisico, riposo: basta una settimana per dare una "sferzata" a viso e corpo. Ecco gli indirizzi giusti per dimagrire in sette giorni. ...
COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI ...
Visite 12.7k
L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perc...