Articoli

COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI AIUTANO

L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perché non dovrebbe aiutarci ad attenuare la cellulite?

Certo però che, come abbiamo detto più volte senza un corretto stile di vita non ci si può aspettare miracoli!

Gli integratori che contrastano la cellulite si dividono in tre tipi.

I drenanti e purificanti

Con Centella Asiatica, Ippocastano, Vite rossa o Mirtillo nero, magari associati tra loro che vanno a rafforzare la parete dei vasi, riducendo il ristagno di liquidi.

Si attenua, così il fastidioso gonfiore e la pesantezza alle gambe che si accentua quando stiamo molto tempo seduti o in piedi, immobili.

Spesso in questi integratori, accanto agli agenti protettori dei vasi sanguigni troviamo l’Orthosiphon, la Betulla o la Verga d’oro, degli estratti vegetali noti per le loro proprietà drenanti.

I depurativi 

A base di Carciofo e Tarassaco, non sono propriamente degli anticellulite, ma associati a cicli di trattamento con i drenanti, favoriscono l’eliminazione delle tossine in eccesso, alla base di quella infiammazione dei tessuti che si manifesta nella cellulite.

Oltre a questi due estratti vegetali troviamo l’Ananas, molto utile sia per la sua azione antiinfiammatoria e drenante, sia perché riattiva il metabolismo, aiutando a ridurre le dimensioni delle cellule adipose.

Gli integratori che stimolano il metabolismo

Contengono estratti di alghe brune, come il Fucus vesciculosus, la Laminaria e l‘Ascophyllum, delle fonti di iodio contenenti anche mucillagini e polifenoli ad azione emolliente e lenitiva. Lo iodio contenuto in queste alghe, in parte libero, in parte legato alle proteine della pianta spinge il nostro organismo a bruciare i grassi di riserva che si accumulano nel tessuto sottocutaneo ed impediscono al tessuto stesso di “respirare”. Questi estratti sono sconsigliati a chi soffre di patologie tiroidee o ha una familiarità per esse.

In alternativa si possono usare altri estratti stimolatori del metabolismo che non contengono iodio, come il caffè verde, il tè verde o il cacao, fonti  di caffeina, teofillina e teobromina, molecole, anche queste che vanno ad agire sugli accumuli adiposi.

Questi tipi di integratori sono utili, ad esempio come coadiuvanti di una dieta specifica o in associazione con prodotti cosmetici a base di soli componenti ad azione drenante e purificante.

Evitate, invece di usarli se state già utilizzando creme o fanghi ad azione riducente, perché in essi sono già contenute sostanze che stimolano il metabolismo e potreste andare incontro ad un sovradosaggio, molto dannoso per il vostro organismo!

Che assumiate l’uno o l’altro integratore, seguiate una dieta o facciate molta attività fisica ricordate sempre di mettere la salute al primo posto! Se desiderate assumere degli integratori e soffrite di qualche disturbo chiedete prima consiglio al vostro medico curante.

Fonte: http://www.diggita.it/

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Ozonoterapia per la cellulite
Visite 2.1k
Via la cellulite con l'ozonoterapia L'ozono è una forma di ossigeno che si trova in natura, la forma triatomica per essere precisi (O3), un'ossigeno ...
10 miti da sfatare sulla cellulite
Visite 415
La cellulite viene solo a chi è in sovrappeso? Colpisce solo le donne, di solito dopo i 30 anni? Cosa devo mangiare? Ecco le risposte alle domande più...
Omega 3: quando, come e perché assumerli
Visite 198
I grassi buoni Nella società della finta prevenzione e del ricorso ai medicamenti che possano supplire ad uno stile di vita frenetico e poco salutare...
COME NASCONDERE LA CELLULITE
Visite 370
Ecco 10 consigli per mascherare la pelle a buccia d’arancia in vista della prova costume Se per Miranda Kerr, Gisele Bundchen e gli angeli di Victori...

RIMEDI NATURALI PER PERDERE PESO, TISANE DRENANTI

Una buona tisana drenante può aiutare a perdere peso, ovviamente è un aiuto in più alla dieta e va assocciata, oltre che ad una corretta alimentazione, anche ad un’attività fisica altrimenti i risultati non si vedono. Le tisane drenanti aiutano per problemi di ritenzione idrica, per il loro effetto diuretico servono a depurare l’organismo e a prevenire la cellulite..

Oltre alla perdita di peso, le tisane drenanti sono utili per alcune patologie urinarie (infezioni, cistiti, calcoli renali a fini terapeutici) ed extraurinarie (edemi da insufficienza cardiaca, ipertensione arteriosa).

Quattro ricette di tisane drenanti:

Tisana #1: Fatevi preparare una buona tisana drenante con Rosmarino, Tarassaco, Ginepro, Gramigna, Betulla e Menta,

Tisana#2: Più leggera della prima con equiseto, betulla, menta, rosmarino. Una tisana dal sapore pungente degli agrumi con betulla, te verde, rosmarino, arancio amaro, equiseto, centella.

Tisana#3: Al prezzemolo e limone. Le foglie del prezzemolo contengono molti sali minerali in grado di aiutare il corpo a smaltire i liquidi. Mette in infusione in acqua bollente un mazzetto di prezzemolo (foglie e stelo) insieme a due fette di limone: per dare un sapore un po’ più piacevole potete aggiungere qualche foglia di mentuccia. Lasciate in infusione almeno 5 minuti.

Tisana#4:Tisana agli aspargi, zenzero e lime. I gambi degli asparagi che non usate per cucinare li potete riutilizzare per una tisana drenate: fateli bollire in acqua con due pezzi di radice di zenzerofresco e mezzo lime. Servite caldo con la scorza di lime.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI ...
Visite 12.5k
L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perc...
Erbe che fanno dimagrire, ecco quelle che fanno pe...
Visite 259
Erbe che fanno dimagrire, quelle che fanno perdere peso velocemente, sempre che ovviamente si segua anche un regime alimentare adeguato e uno stile di...
Addio alla cellulite: è arrivato il tessuto che ri...
Visite 333
Si chiama Nilit Innergy ed è un tessuto innovativo capace di ridurre la cellulite. Basta indossarlo per 8 ore al giorno come un comune leggings per av...
Cellulite: si combatte con la carbossiterapia
Visite 711
La primavera sta arrivando e dopo di lei sarà la volta dell’estate. E allora, come ogni anno, si ripresenta il problema gambe e cellulite in parti...

Cellulite: le mosse giuste per combatterla

Per essere in forma la prossima estate, occorre agire su più fronti fin da subito. Ecco come

La cellulite è l’inestetismo più (odiosamente) democratico che ci sia:riguarda l’80-90% delle donne, anche le star che appaiono perfette e scolpite. Ma se inizi ora a darle battaglia, avrai molte più chances di vittoria, perché il freddo, che riattiva il microcircolo, può giocare a favore e i trattamenti, anche soft, hanno il tempo di agire.

«Fare miracoli ad aprile-maggio è impossibile. Per la cellulite occorre un approccio multiplo e globale, da adottare con largo anticipo e, se possibile, seguendo un corretto stile di vita tutto l’anno», spiega il flebologo Pier Antonio Bacci, docente di “Cellulite e invecchiamento” al Master di Medicina estetica presso le Università di Siena e Barcellona.

«Significa seguire una sana alimentazione, fare attività fisica ed evitare lo stress che, moltiplicando la produzione di cortisolo e di radicali liberi, favorisce la ritenzione idrica e la degenerazione delle cellule di grasso e del tessuto connettivo». Con il flebologo, dermatologo ed esperto di medicine naturali Carlo Di Stanislao, dell’Università dell’Aquila, ti consigliamo le strategie anticellulite che puoi mettere in atto da subito.

1 postura

«Mantenere a lungo una posizione sbagliata del corpo riduce l’irrorazione e l’ossigenazione locale dei tessuti e a farne le spese, spesso, sono proprio il bacino e le gambe, che sviluppano la buccia d’arancia», osserva il flebologo Bacci. Per migliorare l’allineamento del tuo corpo, puoi seguire un corso di ginnastica posturale, di yoga o Pilates. Oppure puoi provare ilrolfing, tecnica che migliora la postura e contrasta lo stress con una combinazione di massaggi connettivali e di particolari esercizi, inclusi quelli di respirazione profonda (rolfing.it).

2 movimento

Il top sono i training aerobici, come la bicicletta, la cyclette e la camminata a ritmo sostenuto. «Per evitare la formazione di acido lattico, che ha effetti negativi sulla circolazione e sull’ossigenazione dei tessuti, è importante che le attività non siano troppo intense e che l’allenamento sia adeguato alla preparazione atletica», ricorda il dermatologo Di Stanislao.

Ideali anche la palestra sotto la guida di un trainer, con attrezzature isotoniche, esercizi a carichi naturali leggeri per un numero di ripetizioni che, sia pur elevato, non affatichi eccessivamente i muscoli.

Altro classico anticellulite è il nuoto a stili alternati, inclusa la rana che lavora sulla parte interna delle cosce. E poi, per vivacizzare i training in piscina, oltre all’acquagym, ci sono il woga (lo yoga in acqua, praticato anche da Madonna: watsu.it) e l’aqua zumba, uno stimolante mix di fitness e danze sudamericane (zumba.com).

3 massaggi

Fino alla primavera, fai uno/due cicli di massaggi (ognuno di almeno una decina di sedute). Puoi affidarti all’intramontabile linfodrenaggio, basato su manualità dolci che fanno defluire e riequilibrano il flusso del liquido linfatico, oppure sperimentare altre tecniche.

Se la tua cellulite si associa al grasso localizzato, prova il bamboo massage: il corpo viene cosparso con oli essenziali tiepidi e “lavorato” con canne di bambù di diverse dimensioni, che drenano i tessuti, modellano la silhouette, soprattutto intorno alle grandi fasce muscolari di glutei, cosce e fianchi.

4 cosmetici su misura

Aiutano a migliorare la trama cutanea, a drenare e ad attenuare la buccia d’arancio, a patto che siano applicati costantemente, mattino e sera. Le formule più utili abbinano attivi drenanti, come estratti di edera, pungitopo, semi d’uva e pompelmo, ippocastano e centella asiatica, a ingredienti lipolitici, come fucus, tè verde, guaranà, caffeina.

«Se i tessuti sono poco tonici (caratteristica che evidenzia la buccia d’arancia), durante il giorno applica anche un prodotto dermo-rassodante, per esempio con echinacea, acido boswelico, collagene marino», consiglia il dermatologo Di Stanislao.

«Oppure, sotto la crema anticellulite, almeno per un mese, massaggia dei sieri tonificanti, per esempio con aminoacidi, sericina, equiseto, salvia, alchemilla e ginseng». Stessi principi attivi per i glutei, anche in crema, meglio se abbinati a componenti che aiutano ad attenuare l’aspetto a materasso, come la liftilina o l’acido mandelico.

5 profumi

Anche gli oli essenziali contribuiscono a contrastare l’inestetismo. Tra i più attivi ci sono l’arancio amaro e il pompelmo (lipo-riducenti); il ginepro, il rosmarino e il pepe (stimolanti e drenanti); il geranio bourbon e l’ylang ylang (elasticizzanti e rassodanti).

Scelto quello che fa per te, aggiungine 2-3 gocce alla crema anticellulite che spalmi sui cuscinetti tutti i giorni, mattino e sera.

«Una volta inalate, inoltre, le sostanze volatili si trasformano in impulsi nervosi che raggiungono il sistema limbico del cervello, influenzando il metabolismo», spiega il dermatologo Di Stanislao.

 6 automassaggi

L’applicazione delle creme è ideale per eseguire un automassaggio, che aiuta anche ad alleviare il senso di pesantezza alle gambe. Siediti sul letto e applica un po’ di prodotto sul piede, massaggiando accuratamente su tutta la superficie. Quindi, stendi un po’ di crema sulla parte inferiore delle gambe e massaggia dal basso verso l’alto, con sfioramenti delicati.

Ripeti sulla parte superiore, dalle ginocchia all’inguine, insistendo in particolare sull’incavo dietro le ginocchia. Per favorire il drenaggio superficiale dei tessuti, solleva la pelle con delicatezza fra pollice e indice, come a volerla “scollare” dai tessuti sottostanti. Infine, concediti una breve pausa di relax distesa, con le gambe sollevate.

 Acqua in bocca. Ma anche tisane«Se bevi tanta acqua oligominerale naturale a basso residuo fisso, favorisci l’attività intestinale, l’eliminazione delle scorie e dei liquidi intrappolati nei tessuti e, quindi, contrasti la cellulite», dice il dottor Pier Antonio Bacci.Una parte dei liquidi bevuti ogni giorno (il totale deve essere almeno 2 litri) può arrivare dai succhi di vegetali. «Apportano acqua, ricca di potassio, vitamine ed enzimi, detossinanti, antinfiammatori e drenanti».
Preferisci i vegetali con maggior capacità di assorbimento dei radicali dell’ossigeno: mirtilli, spinaci, pompelmo rosa, fragole. Non dimenticare le tisane: forniscono sostanze drenanti e disintossicanti, che aiutano a decongestionare i tessuti cellulitici. Bevine 2-3 tazze al giorno per cicli di 1-2 mesi.

Prova questa ricetta: chiedi all’erborista un mix con 20% di ananas (gambo del frutto), 20% di hydrocotile (foglia, 15% ciascuna di spirea (sommità fiorite), amamelide (foglie), betulla (foglie) e achillea (sommità fiorite).Versane 40 g in mezzo litro d’acqua e fai bollire per 15 minuti, lascia in infusione 10 minuti prima di filtrare e bere», consiglia il dermatologo Di Stanislao.

Fonte: http://www.starbene.it/

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Addio alla cellulite: è arrivato il tessuto che ri...
Visite 333
Si chiama Nilit Innergy ed è un tessuto innovativo capace di ridurre la cellulite. Basta indossarlo per 8 ore al giorno come un comune leggings per av...
COME NASCONDERE LA CELLULITE
Visite 370
Ecco 10 consigli per mascherare la pelle a buccia d’arancia in vista della prova costume Se per Miranda Kerr, Gisele Bundchen e gli angeli di Victori...
CORPO: LE NEWS DI MEDICINA ESTETICA PER SCONFIGGER...
Visite 427
Le ultime novità per rimodellare senza bisturi, con tecniche dolci che migliorano la condizione dei tessuti e sciolgono i grassi Secondo i dati prese...
Ozonoterapia per la cellulite
Visite 2.1k
Via la cellulite con l'ozonoterapia L'ozono è una forma di ossigeno che si trova in natura, la forma triatomica per essere precisi (O3), un'ossigeno ...

ACQUA E SALE: MIX ANTI GONFIORE E ANTI CELLULITE

Un pizzico in cucina, un chilo nella vasca. Dosare il sale è un’arte. E l’acqua? Più se ne beve meglio è, ricca di magnesio vale di più.

Sale e acqua sono due potenti alleati per ridurre gonfiorecellulite.


COME USARE IL SALE

Il sale, demonizzato in cucina perché trattiene i liquidi nei tessuti (crea così terreno fertile alla cellulite) e alza la pressione arteriosa, è un potente alleato se respirato (nelle grotte di sale si curano molte patologie respiratorie di adulti e bambini) o usato disciolto in acqua per bagni drenanti anti-cellulite e mixato al miele per scrub rinvigorenti.

«Il sodio, contenuto prevalentemente nel sale, è il nemico numero uno perché trattiene acqua all’interno dei tessuti. Quando siete ai fornelli, cercate di ridurre il consumo di sale ma anche di dadi e salse, e preferite invece gli aromi naturali come aglio, timo, basilico, rosmarino e via dicendo», spiega la dottoressa Ester Giaquinto, specialista in scienza dell’alimentazione e membro dell’Osservatorio Sanpellegrino.

Diluito nell’acqua, invece, in base al principio dell’osmosi attira verso l’esterno i liquidi trattenuti nei tessuti che saranno poi eliminati attraverso la circolazione venosa e linfatica.

1.LA RICETTA DEL BAGNO AL SALE

Una volta alla settimana fate un bagno al sale: immergetevi per 20 minuti in una vasca d’acqua tiepida dove avrete disciolto almeno un chilo di sale. Prima di entrare in vasca potete fare uno scrub con sale marino integrale e miele per eliminare le cellule morte e riattivare la circolazione che dovrà trasportare i liquidi ‘estratti’ dai tessuti con il bagno salino.

BAGNI DI SALE DOC

Perché non approfittare delle vacanze in arrivo per rimettersi in forma in una spa che offre trattamenti di talassoterapia? Ecco qualche idea al mare e in montagna…

– Al mare, per un talassoterapia davvero irripetibile c’è la Thalasso Spa Lepa Vida di Portorose in Slovenia, costruita direttamente dentro le storiche saline offre trattamenti unici  a base di sale e di acqua madre a un passo dal mare.

– In montagna, potete galleggiare sulle isole relax immerse in acqua salata dell’area benessere del Turm Art Hotel di Fiè allo Sciliar in Alto Adige.
Oppure rinnovare la pelle sfruttando le proprietà del sale del Mar Morto ricco di calcio e magnesio, con il Peeling con sale del Mar Morto proposto dalla Spa Romantik Hotel Santer di Dobbiaco (BZ), che dispone anche di una nuova cabina di inalazione salina in stile tirolese costruita con legno tipico dell’Alto Adige e pietre naturali.
Il plus lo offrono le Terme Loipersdorf con le loro acque termali ricchissime di sale e con circa 7000 mg di minerali disciolti per litro, oltre alla Grotta salina formata da blocchi di sale risalenti a circa 250 milioni di anni fa provenienti dall’Himalaya e portati nel mezzo della Stiria (Austria).

COME USARE L’ACQUA
L’acqua, invece, è sempre un ottimo alleato di bellezza che non ha controindicazioni. Non apporta calorie e ha una fondamentale azione drenante.

Tuttavia, non tutte le acque hanno gli stessi benefici: «Quelle oligominerali o mediamente mineralizzate, oltre al rapido assorbimento gastrico, hanno il pregio di depurare le vie urinarie ed epatiche, favorendo l’eliminazione dell’acido urico. Le acque ricche di magnesio (cioè con una concentrazione superiore a 50 mg/L), sono particolarmente indicate per aiutare la circolazione sanguigna a livello capillare e contribuiscono all’eliminazione dell’acido lattico responsabile della ritenzione idrica», afferma la Dott.ssa Giaquinto.
La raccomandazione finale è di rispettare la regola degli otto bicchieri di acqua al giorno: anche se col freddo cala la sensazione della sete, non cambia il bisogno di acqua del nostro corpo.

Fonte: http://www.gioia.it

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Cellulite: le mosse giuste per combatterla
Visite 12.5k
Per essere in forma la prossima estate, occorre agire su più fronti fin da subito. Ecco come La cellulite è l’inestetismo più (odiosamente) democra...
10 miti da sfatare sulla cellulite
Visite 415
La cellulite viene solo a chi è in sovrappeso? Colpisce solo le donne, di solito dopo i 30 anni? Cosa devo mangiare? Ecco le risposte alle domande più...
Come eliminare la cellulite con fanghi d’alga
Visite 279
Vi sono tanti modi di restare in forma, come ad esempio eliminare la cellulite con fanghi d’alga. La cellulite è un problema che affligge la maggior ...
CORPO: LE NEWS DI MEDICINA ESTETICA PER SCONFIGGER...
Visite 427
Le ultime novità per rimodellare senza bisturi, con tecniche dolci che migliorano la condizione dei tessuti e sciolgono i grassi Secondo i dati prese...

CORPO: LE NEWS DI MEDICINA ESTETICA PER SCONFIGGERE LA CELLULITE

Le ultime novità per rimodellare senza bisturi, con tecniche dolci che migliorano la condizione dei tessuti e sciolgono i grassi

Secondo i dati presentati al XVII Congresso Internazionale di Medicina Estetica Agorà-Amiest la voglia di bellezza continua a crescere e le richieste di trattamenti medico estetici nell’ultimo anno sono aumentate del 6%.

Come si sceglie un medico esperto in un Paese come l’Italia, dove qualsiasi laureato in medicina può affiggere il cartello ‘medico estetico’ fuori dal suo studio senza aver mai iniettato un filler in vita sua?

Risponde Alberto Massirone, presidente della Società di Medicina a Indirizzo Estetico Agorà- Amiest: «La medicina estetica deve servire a portare benessere e armonia», ha detto «per questo consiglio di verificare che il professionista sia non solo medico ma anche diplomato in una scuola specifica e abbia esperienza. Prima di affidarsi alle sue mani è importante sondarne anche gusto e sensibilità estetica: chiedetegli di mostrarvi le foto dei suoi casi e fatevi spiegare bene tutti i possibili effetti collaterali».

Dopo il medico giusto, bisogna scegliere la metodica ad hoc. Ecco le nuove tecniche per rimodellare il corpo e sconfiggere lacellulite emerse dall’ultimo congresso di medicina estetica di Milano.

1. CELLULITE KO

Un passo avanti nella lotta contro la ‘panniculopatia edemato fibro sclerotica (questo il nome esatto della cellulte) è previsto con l’utilizzo combinato di centella asiatica, collagenasi, elettroporazione e radiofrequenza.

La collagenasi è un enzima che rompe le fibre connettivali: distrugge quindi il collagene che ricopre i noduli cellulitici e stimola i fibroblasti a produrre nuovo collagene sano. La centella asiatica, invece, agisce sul metabolismo del collagene, migliora i disordini circolatori all’origine della cellulite edematosa e riduce il volume delle cellule grasse nell’area dei glutei e delle cosce.

La penetrazione di questi due attivi, combinati in una crema cosmeceutica da applicare in loco (Kilkocell Prokit) viene poi ottimizzata con 10 sedute di elettroporazione o radiofrequenza.

2. RADIOFREQUENZA PROIONICA

Si chiama Proionic CRret System (Trasferimento Energetico Capacitivo Resistivo) una nuova tecnologia che sfrutta la radiofrequenza monopolare a 448kHz per agire sullo scambio di ioni e sul potenziale elettrico delle cellule.

«Si ha così un’attivazione degli scambi di membrana che consente una riduzione del grasso sottocutaneo, la formazione di nuovo collagene, il miglioramento del microcircolo, dell’ossigenazione dei tessuti e del metabolismo locale. In pratica, con un solo strumento si riduce l’adipe e si rassoda», spiega il dott. Gastone Morandi, docente al master di Medicina estetica dell’Università di Pavia.

Fonte: http://www.gioia.it

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Ozonoterapia per la cellulite
Visite 2.1k
Via la cellulite con l'ozonoterapia L'ozono è una forma di ossigeno che si trova in natura, la forma triatomica per essere precisi (O3), un'ossigeno ...
Attenzione ai filler: tutte quello che c’è d...
Visite 434
Dopo le protesi Pip è la volta delle iniezioni per spianare le rughe. Cerchiamo di fare chiarezza con l’aiuto di Luca Fracasso, chirurgo estetico e ...
COME NASCONDERE LA CELLULITE
Visite 370
Ecco 10 consigli per mascherare la pelle a buccia d’arancia in vista della prova costume Se per Miranda Kerr, Gisele Bundchen e gli angeli di Victori...
Medicina estetica: il botox è sicuro, se il medico...
Visite 268
Sempre al centro delle polemiche, ora anche giudiziarie: botox sì o botox no? Il botox è un trattamento di medicina estetica assolutamente sicuro,...

COME NASCONDERE LA CELLULITE

Ecco 10 consigli per mascherare la pelle a buccia d’arancia in vista della prova costume

Se per Miranda Kerr, Gisele Bundchen e gli angeli di Victoria’s Secret abbiamo qualche dubbio, su Kate Moss e Madonna aleggia ormai una prosaica certezza: la cellulite ha colpito anche loro. Come (quasi) tutte noi e Lady Gaga, del resto.Inutile negarlo: arrivate ai 40, la buccia d’arancia entra nel novero delle certezze acquisite al pari di ogni altro più gradevole indice di consapevolezza e autoaffermazione. Resistere è doveroso, ma spesso faticoso. Tanto vale prepararsi un piano b. Ed è qui che la moda, più qualche rimedio veloce, entrano in gioco.

IN SPIAGGIA. Allestire un guardaroba ad hoc è un esercizio piacevole, e soprattutto distoglie lo sguardo dall’odiosa buccia d’arancia.

1. Sopra: procuratevi un caftano. Anzi, già che ci siete procuratevene una mezza dozzina: potrete usarli da mattino a sera, tanto sul costume quanto sul pareo a fiori (o lamé, dopo il tramonto) con la matematica certezza di camuffare a dovere i fianchi non esattamente tonici.

2. Sotto: se avete la vita sottile, potete puntare su gonnellone lunghe e svasate dai colori fluo. Nascondono la culotte de cheval e con la T-shirt bianca sono un must che si ripete, senza segni di cedimento, da un paio di stagioni. Il trucco, per essere up-to-date, sta nell’accessoriare il tutto con collane lunghe e sottili, anziché con i soliti collanoni.

3. Fondi del caffè: è il segreto della nonna per un effetto rilassato e liscio sulla pelle. Come fare: prendere i fondi di caffè e mescolarli con un po’ di olio di oliva. Strofinare il composto sulla zona da trattare e poi lasciare riposare per 15/20 minuti. Alla fine, risciacquare.

4. Creme: anche la cellulite si può truccare e nascondere, il senso è quello del fondotinta per il viso. Cosa usare? Un bronzer o una Bbc, anche se in commercio potete trovare dei prodotti adatti per coprire gli inestetismi.

5. Postura: gli esperti sconsigliano l’uso costante dei tacchi, ma se indossati per un’occasione speciale, possono slanciare il fisico e far notare meno la cellulite (che rimane ovviamente!). Un effetto ottico, se così vogliamo chiamarlo.

E vai con la prova costume! (P.S. Già che ci siete, sceglietelo con minigonnellino strategico che “sfila” le cosce).

Fonte: http://www.gioia.it/

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Come eliminare la cellulite con fanghi d’alga
Visite 279
Vi sono tanti modi di restare in forma, come ad esempio eliminare la cellulite con fanghi d’alga. La cellulite è un problema che affligge la maggior ...
15 COSE DA FARE PER AVERE UN VISO GIOVANE
Visite 301
Dormi! E poi smetti di fumare, fai un peeling, bevi una spremuta al giorno...Piccoli stratagemmi che ti migliorano la pelle I segreti per avere un vi...
COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI ...
Visite 12.5k
L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perc...
Ozonoterapia per la cellulite
Visite 2.1k
Via la cellulite con l'ozonoterapia L'ozono è una forma di ossigeno che si trova in natura, la forma triatomica per essere precisi (O3), un'ossigeno ...

Come eliminare la cellulite con fanghi d’alga

Vi sono tanti modi di restare in forma, come ad esempio eliminare la cellulite con fanghi d’alga.

La cellulite è un problema che affligge la maggior parte delle donne: in alcune fortunatissime è poco visibile ad occhio nudo, mentre per altre si presenta sotto forma di cuscinetti adiposi più o meno evidenti caratterizzati dalla cosiddetta pelle a buccia d’arancia, decisamente antiestetici specialmente in estate, dove non si possono indossare calze coprenti e ci si mette abitualmente in costume.

Molti centri estetici specializzati offrono trattamenti anticellulite molto validi, in grado di risolvere il problema in 10 – 15 sedute di massaggi o impiego di apparecchiature che funzionano tramite elettrostimolazione: i costi però sono abbastanza elevati, e se non ci si può permettere di spendere anche dai 500 ai 700 euro in un salone di bellezza si può provare ad eliminare la cellulite con fanghi d’alga.

I fanghi d’alga garantiscono un sorprendente effetto snellente: il loro uso consente in breve tempo di levigare e rassodare la pelle, eliminare le zone adipose caratterizzate da pelle a buccia d’arancia e ridurre la circonferenza di vita, fianchi e cosce già dalle prime applicazioni.

Come si usano i fanghi d’alga?

E’ molto semplice: si applicano sulle adiposità localizzate tramite un pennello fornito nella confezione, si massaggiano leggermente e si avvolgono le parti interessate nella pellicola trasparente. Si lasciano in posa per circa 45 minuti durante i quali possiamo svolgere qualsiasi attività in casa, dopodiché vanno risciacquati con acqua tiepida sotto la doccia. Di solito dopo il trattamento coi fanghi è previsto anche l’uso di una crema anticellulite della stessa linea.

La loro azione risulta essere una vera e propria cura d’urto per la nostra pelle: le note proprietà rassodanti dell’argilla, della caffeina e delle alghe di cui sono composti fanno dei fanghi d’alga uno tra i rimedi più efficaci ed usati per combattere gli inestetismi della cellulite.

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Cellulite, le 5 mosse da fare a casa
Visite 329
Ora o sarà troppo tardi (per arrivare in forma alla vacanze). Questo è il momento giusto per decidere di prendersi cura di sé. E, perché no?, per preo...
Ozonoterapia per la cellulite
Visite 2.1k
Via la cellulite con l'ozonoterapia L'ozono è una forma di ossigeno che si trova in natura, la forma triatomica per essere precisi (O3), un'ossigeno ...
COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI ...
Visite 12.5k
L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perc...
Addio alla cellulite: è arrivato il tessuto che ri...
Visite 333
Si chiama Nilit Innergy ed è un tessuto innovativo capace di ridurre la cellulite. Basta indossarlo per 8 ore al giorno come un comune leggings per av...

Addio alla cellulite: è arrivato il tessuto che riduce la pelle a buccia d’arancia

Si chiama Nilit Innergy ed è un tessuto innovativo capace di ridurre la cellulite. Basta indossarlo per 8 ore al giorno come un comune leggings per avere degli effetti evidenti sul proprio corpo senza fare fatica.

La cellulite è uno dei problemi più odiati dalle donne che tra diete e trattamenti non riescono mai ad eliminare la pelle a buccia d’arancia. Per loro è arrivato Nilit Innergy, un tessuto capace di ridurre la cellulite. E’ stato prodotto dal colosso israeliano Nilit dopo una lunga fase di preparazione e sperimentazione ed è capace di portare una vera e propria rivoluzione della vita femminile.

Sono stati condotti dei test clinici dall’istituto Bio Basic Europe, in collaborazione con il Dipartimento di Medicina interna e Terapia medica dell’Università di Pavia, e i risultati sono stati chiari. Su 40 donne volontarie con cellulite e adiposità localizzate, con un’età compresa tra i 18 e i 60 anni, hanno tutte avuto un miglioramento dell’elasticità cutanea del 12,4% e una riduzione della massa grassa del 5,9%. Nilit Innergy è un una specie di leggings che deve essere indossato per 8 ore al giorno, è capace di ridurre la pelle a buccia d’arancia ma anche di diminuire la circonferenza di cosce e glutei.

Sono proprio queste caratteristiche a renderlo superiore agli altri materiali presenti sul mercato. Il tessuto Innergy contiene poliammide 6.6 e sostanze ceramiche che consentono al filato di assorbire l’energia generata dal corpo umano sotto forma di calore e di rifletterla come raggi Fir, Far Infrared Rays. L’azienda israeliana è stata capace di manipolare la struttura chimica del polimero di propria produzione, inserendo degli additivi che hanno reso la sua “performance” davvero unica. Con questo leggings “miracoloso” le donne potranno dire definitivamente addio alla cellulite senza fare troppa fatica.

Fonte: http://donna.fanpage.it/

 

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

ACQUA E SALE: MIX ANTI GONFIORE E ANTI CELLULITE
Visite 489
Un pizzico in cucina, un chilo nella vasca. Dosare il sale è un’arte. E l’acqua? Più se ne beve meglio è, ricca di magnesio vale di più. ...
VISO: LE NUOVE ‘MACCHINE’ ANTI-ETÀ
Visite 1.7k
l sole nuovo mette in risalto rughe e cedimenti mai notati prima. Che possono sparire grazie ai nuovi macchinari che rinnovano e rimpolpano senza aghi...
COMBATTERE LA CELLULITE… GLI INTEGRATORI CI ...
Visite 12.5k
L’integratore, quel fantastico strumento che ci aiuta a reintegrare vitamine, sali minerali e persino a migliorare dall’interno il nostro aspetto…perc...
CORPO: LE NEWS DI MEDICINA ESTETICA PER SCONFIGGER...
Visite 427
Le ultime novità per rimodellare senza bisturi, con tecniche dolci che migliorano la condizione dei tessuti e sciolgono i grassi Secondo i dati prese...

10 miti da sfatare sulla cellulite

La cellulite viene solo a chi è in sovrappeso? Colpisce solo le donne, di solito dopo i 30 anni? Cosa devo mangiare? Ecco le risposte alle domande più frequenti e i 10 miti da sfatare sulla cellulite.

La cellulite è la nemica numero uno delle donne: un inestetismo piuttosto comune che colpisce anche le più giovani e spesso viene erroneamente collegato ad una situazione di sovrappeso. Quando se ne parla tra donne molte fanno finta di non sapere cosa sia, un po’ per vergogna un po’ per non sfigurare davanti alle amiche. Quello che spesso non si sa è che ben l’80% delle donne ha la cellulite, anche quando lo nega. Ecco i 10 miti da sfatare sulla cellulite!

1. Hai la cellulite perchè sei in sovrappeso: niente di più sbagliato. Anche le magre possono avere la cellulite, a volte persino più evidente di quella che può avere una donna con qualche chilo di troppo. La cellulite infatti non è causata dal sovrappeso ma dipende da fattori che si trovano al di sotto dello strato superficiale della pelle come l’ereditarietà, lo stress e gli ormoni.

2. Viene solo dopo i 30 anni: c’è chi pensa che la cellulite arrivi solamente dopo una determinata fascia di età, ma non è vero. A volte la cellulite può manifestarsi anche in età giovanissima. Per questo motivo è importante seguire sempre un’alimentazione sana ed equilibrata.

3. Questa crema è miracolosa: falso. Non esistono creme in grado di debellare la cellulite e la buccia d’arancia con la semplice applicazione. Se al potere della crema aggiungi lo sport e un regime alimentare corretto potrai vedere degli effetti positivi sul tuo corpo.

4. La cellulite viene solo alle donne: ebbene, no. Anche gli uomini possono avere la cellulite ma sono più fortunati perchè riescono a “nasconderla” meglio avendo i muscoli delle cosce più sviluppati.

5. I vestiti causano la cellulite: non è vero, al massimo possono metterla più in evidenza. È il caso per esempio di tessuti morbidi ed elasticizzati e dei colori chiari come il bianco.

6. L’abbronzatura riduce la cellulite: è quello che puoi pensare quando d’estate osservi le tue gambe e le ritrovi più lisce e omogenee, ma non è l’effetto dell’abbronzatura e soprattutto non agisce sulla cellulite. È l’acqua del mare a trarre in inganno: può apportare diversi benefici alle tue gambe, come rendere la pelle più levigata, ma di certo non elimina la cellulite.

7. L’unica soluzione e la liposuzione: non è vero, neanche la chirurgia può rimuovere del tutto la cellulite. Può capitare infatti che dopo l’intervento ritorni, a volte anche più aggressiva di prima.

8. Da oggi mangio solo frutta e verdura: sbagliato. Per attenuare la cellulite devi seguire un’alimentazione varia, sana ed equilibrata, prediligendo i cibi che stimolano la diuresi ed evitando l’assunzione di alcool, fritti e grassi.

9. Devo bere, non importa cosa: Falso. È vero che è importante l’idratazione, ma solo se si parla di acqua e tisane. No a succhi e tè zuccherati, nè tanto meno ad alcool e vino.

10. Non posso farci niente: di solito si tende a pensare che la cellulite è una fatalità. In realtà però la si può prevenire o quanto meno cercare di combatterla. Il segreto è mangiare in modo sano ed equilibrato, fare esercizio fisico e concedersi un buon massaggio accompagnato dai rimedi naturali contro la cellulite.

Fonte: http://donna.fanpage.it/

 

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Ozonoterapia per la cellulite
Visite 2.1k
Via la cellulite con l'ozonoterapia L'ozono è una forma di ossigeno che si trova in natura, la forma triatomica per essere precisi (O3), un'ossigeno ...
COME NASCONDERE LA CELLULITE
Visite 370
Ecco 10 consigli per mascherare la pelle a buccia d’arancia in vista della prova costume Se per Miranda Kerr, Gisele Bundchen e gli angeli di Victori...
Cellulite, le 5 mosse da fare a casa
Visite 329
Ora o sarà troppo tardi (per arrivare in forma alla vacanze). Questo è il momento giusto per decidere di prendersi cura di sé. E, perché no?, per preo...
Addio alla cellulite: è arrivato il tessuto che ri...
Visite 333
Si chiama Nilit Innergy ed è un tessuto innovativo capace di ridurre la cellulite. Basta indossarlo per 8 ore al giorno come un comune leggings per av...

Cellulite, le 5 mosse da fare a casa

Ora o sarà troppo tardi (per arrivare in forma alla vacanze). Questo è il momento giusto per decidere di prendersi cura di sé. E, perché no?, per preoccuparsi anche della cellulite, il più insidioso degli inestetismi. Rincuora come la definivano gli antichi romani: «Eccesso di femminilità» (dovuto agli estrogeni e alla loro recettività). Ma le consolazioni non bastano. Ecco un piano d’attacco da fare a casa adottando uno stile di vita sano.

Depurarsi

Primo passo: liberarsi dalle impurità: «Bere acqua a volontà, almeno otto bicchieri – raccomanda Nicola Sorrentino, specialista in scienza dell’alimentazione e dietetica e direttore della Columbus Clinic Diet -. Ci si depura anche grazie all’assunzione di clorofilla (nelle verdure o come integratore) e di linfa di betulla (50 gocce in un litro d’acqua da dividere durante la giornata). Utili tisane antifermentative a base di anice, finocchio, malva, cumino».

Mangiare sano

«Se non si è in sovrappeso la dieta anticellulite consiste soltanto in un lieve cambiamento delle abitudini a tavola – spiega Sorrentino, autore di “La dieta dell’acqua” (Salani Editore) -. Se i chili sono troppi, la dieta qualitativa dovrà essere anche ipocalorica». Le regole: «Ridurre il sale e fare attenzione a salse, intingoli, pietanze pasticciate, cibi preconfezionati, precotti e salumi, insomma, alimenti in cui il sale è nascosto. Limitare gli zuccheri raffinati e le fritture, cucinando al vapore, bollito, ai ferri, al forno, alla piastra, con padelle antiaderenti, a microonde. Evitare i superalcolici e non bere più di un bicchiere di vino a pasto». Inoltre, «ridurre i grassi dando la preferenza all’olio extravergine d’oliva a crudo. Aumentare gli alimenti ricchi di potassio (frutta in generale, verdure a foglia verde, pomodori, patate, cereali e carni): stimola la diuresi e lo smaltimento dei liquidi in eccesso. E di bioflavonoidi, vitamine del gruppo P con azione capillaro-protettiva ed anti-edematosa: agrumi, uva, mirtilli, albicocche, prugne, ciliegie, more, melone, papaya, nel grano saraceno, nei broccoli. Mangiare la verdura cruda perché più ricca di fibre per regolare il transito intestinale».

Fare esercizio

Ogni occasione va sfruttata per fare movimento: «Camminare a ritmo sostenuto (da mezz’ora a un’ora al giorno) – spiega Lorenza Dacò, preparatore atletico specializzato in Scienze motorie -, salire le scale appena si può e fare ginnastica a casa. «Dopo essersi scaldati con l’allungamento e lo stretching si passa agli esercizi di tonificazione». Degli esempi? «Prendo come riferimento una sedia, mi siedo con le gambe allargate all’altezza delle spalle. Mani ai fianchi e sguardo in avanti. Ripeto 20 volte». Ancora: «Mi sdraio a pancia in su, braccia lungo i fianchi, sollevo le gambe, eseguo la bicicletta tenendo la schiena appoggiata a terra e contraendo gli addominali per 30 secondi fino a un minuto». L’ultimo: a quattro zampe, le mani sono all’altezza delle spalle, i piedi appoggiati. Con un angolo di 90 gradi tra il busto e il braccio eseguo flessioni sulle braccia».

La crema giusta

I prodotti anticellulite non fanno miracoli ma servono. «Applicateli due volte al giorno, per almeno due mesi», ricorda il cosmetologo Umberto Borellini ( glassonion.it ). Come sceglierli? «Creme e cerotti sono i più attivi – continua -. Poi, bisogna verificare gli ingredienti. Sì a edera, centella, ippocastano (drenanti), caffeina e foglie di tè (riducenti), ananas (levigante). Interessanti anche i leggings con i principi attivi microincapsulati: sfruttano il passaggio transdermico, ma in fibra naturale, non sintetica perché occlude i pori».

Una nuova vita

Cosa vuol dire cambiare stile di vita? «Prendersi cura dell’organismo, dei pensieri e delle emozioni – risponde Laura Giustino, psicologa specialista in terapie bioenergetiche e bionaturali ( olidostudio.com ) -. Si impara ad avere un rapporto più autentico con il proprio corpo. La disintossicazione facilita il processo: è una terapia d’urto che rimette in circolo l’energia e la linfa. All’inizio comporta sacrificio, ma le sensazioni di benessere presto ripagano e diventano un obiettivo. Si evita, così, di farsi del male e lo stile di vita diventa uno strumento per agire».

 

Fonte:

 

Potrebbero interessarti anche questi contenuti

Come eliminare la cellulite con fanghi d’alga
Visite 279
Vi sono tanti modi di restare in forma, come ad esempio eliminare la cellulite con fanghi d’alga. La cellulite è un problema che affligge la maggior ...
Ozonoterapia per la cellulite
Visite 2.1k
Via la cellulite con l'ozonoterapia L'ozono è una forma di ossigeno che si trova in natura, la forma triatomica per essere precisi (O3), un'ossigeno ...
LA TOP 5 DEI PRODOTTI DI BELLEZZA PIÙ AMATI DALLE ...
Visite 275
Partendo dal contenuto delle trousse, Vente-privee ha svelato le abitudini beauty delle italiane. E non mancano le sorprese... Non possono fare a men...
CORPO: LE NEWS DI MEDICINA ESTETICA PER SCONFIGGER...
Visite 427
Le ultime novità per rimodellare senza bisturi, con tecniche dolci che migliorano la condizione dei tessuti e sciolgono i grassi Secondo i dati prese...